Alitalia, trenta giorni per convincere l’UE

La Camera ieri ha dato il via libera al prestito ponte di 300 milioni di euro a favore di Alitalia. Il decreto legge dovrà ora ritornare al vaglio del Senato perché sono state introdotte due norme non contenute all’interno del testo di partenza: la possibilità di utilizzare il prestito come patrimonio per coprire eventuali ulteriori perdite patrimoniali e la modifica della legge 474 sulle privatizzazioni; il governo ha inoltre formalizzato il ruolo di advisor della privatizzazione all’istituto Intesa Sanpaolo. La votazione in aula ha contato 278 voti a favore e 255 contrari: entro il 23 giugno è prevista anche la discussione e la successiva votazione al Senato. Contestualmente all’approvazione italiana, l’Europa però ha aperto un’inchiesta che sarà volta a verificare l’effettiva liceità dell’operazione. Le pressioni sono giunte soprattutto dal gruppo del Partito socialista europeo, che intravedenell’operazione elementi di incompatibilità con le norme (continua)

Lascia un commento

Archiviato in Articoli

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...