Prove tecniche di governo

A poco meno di una settimana dall’insediamento delle Camere, il presidente del Consiglio in pectore Silvio Berlusconi sta delineando la nuova squadra di governo. Più che sui nomi, i dubbi rimangono sulle quote da assegnare ad ogni componente della coalizione. Ovviamente il nodo più intricato è quello della Lega Nord, dopo che Umberto Bossi ha reso pubblico l’accordo che assegnerebbe al Carroccio tre ministeri più Calderoli vicepremier. In verità, l’esternazione di Bossi sembra più che altro una mossa preventiva per scompaginare i piani del Pdl e poter, eventualmente, rinfacciare in futuro a Berlusconi di non aver mantenuto i patti. Insieme al Senatur, i due che certamente dovrebbero accompagnarlo nell’incarico governativo sarebbero Maroni e Calderoli. L’incognita invece è legata a Roberto Castelli: l’ex ministro di Grazia e Giustizia vorrebbe provare (continua)

Lascia un commento

Archiviato in Articoli

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...