Campidoglio, Roccella mette (quasi) tutti d’accordo

Eugenia Roccella, portavoce del Family Day, sarà la candidata a sindaco di Roma per il Popolo della libertà. Parola di Sandro Bondi. Sarà certamente interessante assistere ai faccia a faccia tra Rutelli e Roccella, considerato il loro comune passato di “radicali anticlericali e libertari”. La scelta è andata verso la corsivista dell’Avvenire dopo il diniego di Giuliano Ferrara. Roccella è comunque considerata molto vicina agli ambienti foglianti, tanto che la sua candidatura viene anche sospettata di essere strumentale porprio per strappare consensi sia allo stesso Ferrara che all’ala cattolica dei democratici. Ma siamo proprio sicuri che i romani siano così tanto interessati agli argomenti etici e religiosi da giustificare addirittura un’elezione a sindaco? Non sarebbe meglio puntare sulla raccolta rifiuti (magari proponendo la differenziata porta a porta nei quartieri del centro) o sulla risistemazione del manto stradale (magari delle arterie a grande scorrimento che collegano la periferia con i centri servizi)? Rimaniamo quindi della nostra idea: un sindaco per essere credibile deve conoscere la città e i suoi mezzi di trasporto, affrontare i problemi in prima persona senza nascondersi dietro un pelouche, saperli valutare in ordine di priorità ed emergenza. Insomma, deve uscire e parlare con  la gente. La gente della strada, però, non la “ggente” dei Salotti.

Lascia un commento

Archiviato in Articoli

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...