Quando la vergogna non supera lo schifo

 Torino operaia, Torino sindacalizzata, Torino immigrata. Fino a ieri questi erano gli aggettivi usati per definire la città della Mole. Oggi si scopre che anche Torino è vittima (suo malgrado) di quello che si preannuncia come il male del secolo: la precarietà del lavoro. Ma non stiamo parlando di precarietà contrattuale, bensì quella ben più infima, subdola, che si chiama precarietà della sicurezza. Alla morte di Antonio Schiavone è succeduta questa mattina quella di Roberto Scola. La vita degli altri cinque lavoratori coinvolti nell’incendio dello stabilimento della ThissenKrupp Accaio Terni è ancora appesa ad un filo. Definire rabbia quella che attanaglia i colleghi sopravvissuti è assolutamente limitativo. Ricordando che poco più di un anno fa lo stesso gruppo era stato colpito da un analogo incidente (solo danni strutturali, per fortuna) all’interno dello stabilimento di Krefeld allora la rabbia si trasforma in schifo. Schifo perché non è possibile farsi belli con mille parole, sventolare documenti e manifesti sulla sicurezza e nel frattempo dimenticarsi di riempire gli estintori. Il vicepresidente del gruppo industriale è un italiano, Luigi Agarini, classe 1939, unico italiano del Cda, cavaliere del lavoro (!) dal 2003. Chissà se tra le doti cavalleresche rientra anche la vergogna.

UPGRADE – Nel frattempo le vittime sono salite a quattro.  Segnaliamo il conto corrente per sostenere le famiglie delle vittime: numero 000080000280 intestato a Familiari vittime incidente di Torino – Banca Carit Spa ag. 10 – Cin M – Abi 06380 – Cab 14408

1 Commento

Archiviato in Articoli

Una risposta a “Quando la vergogna non supera lo schifo

  1. Babs

    Sono d’accordissimo con questo post. Questo tasso di morti sul lavoro è indecente in un paese civile. E’ appena morto un operaio nello stabilimento Fiat di Cassino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...